CREMA – OSPEDALE: ATTENZIONE ALLE DONNE

L'Asst “Ospedale Maggiore” di Crema investe sulla donna e, in particolare, per il tumore al seno prosegue la collaborazione con il dottor Alberto Bottini, professionista che cura la Breast Unit, un centro di senologia multidisciplinare regolata da specifiche linee guida. Il progetto, discusso, è stato avviato.
È attiva da ottobre 2016 una convenzione con il dottor Alberto Bottini per rendere l'attuale percorso di cura della donna affetta dal tumore al seno, umanamente e clinicamente eccellente, con facilitazione di accesso alle donne. Il percorso diagnostico terapeutico è pianificato insieme alla paziente secondo le linee guida internazionali più innovative chirurgiche e oncologiche.
Dopo gli incontri dedicati a esporre i criteri e i requisiti necessari per costruire e accreditare un percorso ben strutturato di realizzazione della Breast Unit, il dottor Bottini, grazie alle sue competenze e professionalità, ha tracciato le prime ipotesi. Siamo però ancora nella fase embrionale, poiché il cambiamento è molto complesso e coinvolge attività di discipline diverse e figure professionali differenti: radiologi, senologi, oncologi, chirurghi plastici, psicologi, radioterapisti, anatomo patologi, fisioterapisti…
Cos'è la Breast Unit? È un centro di senologia multidisciplinare regolata da specifiche linee guida nazionali, che permette alla donna di affrontare il tumore al seno con la sicurezza di essere seguita da un team di specialisti dedicati, curata secondo i più alti standard europei, e accompagnata nell'intero percorso di malattia. Dalla diagnosi al follow up, la Breast prevede la presa in carico di tutti i bisogni fisici e psicologici della donna affetta da una patologia complessa come il carcinoma mammario.
Per le donne del nostro territorio il tumore al seno è ancora il più frequente*: questo è il dato che ha spinto il nostro ospedale ad attivare un progetto di umanizzazione delle cure attraverso un centro organizzato e di qualità dedicato alla donna quale è la Breast Unit.

*fonte dati Lombardia anno 2014: Banca Dati www.tumori.net