CREMA – PREVENZIONE SINISTRI STRADALI

Carabinieri in azione nei pressi delle scuole cittadine in concomitanza con gli orari di ingresso e uscita degli studenti. È quanto disposto dal maggiore Giancarlo Carraro come opera di prevenzione degli investimenti pedonali che nelle ultime settimane si sono verificati con particolare frequenza in città.
Si tratta di situazione che hanno coinvolto giovani e non “spesso causate – spiega il maggiore Giancarlo Carraro – dalla tenuta di non corrette norme di comportamento. Accade, infatti, che le cause siano addebitabili a momenti di distrazione dovuti all'uso del telefono cellulare durante la guida oppure, all'intensificarsi improvviso del flusso stradale che si concentra su determinate strade”. È il caso della commistione auto/pedoni che si viene a creare sulle strade nei pressi degli istituti con auto parcheggiate in punti non consoni per prelevare agevolmente gli studenti e grande concentrazione di ragazzi che si muovono a piedi. “La concatenazione involontaria di tutti questi protagonisti crea spesso l'incidentalità stradale con investimenti di pedoni, a volte anche con conseguenze molto gravi”.
Per porre rimedio al fenomeno i Cc hanno predisposto servizi con l'impiego di più pattuglie presso gli istituti scolastici preannunciando l'iniziativa anche ai dirigenti scolastici “affinché facciano opera di moralizzazione nei confronti degli studenti ed anche, indirettamente, nei confronti dei genitori, perché la problematica sia risolta in maniera preventiva ed efficace onde evitare quindi di dover procede alla contestazione di infrazioni al Codice della strada. I servizi già intrapresi nello scorso fine settimana si svolgeranno sia durante l'ingresso e l'uscita degli studenti dalle scuole con la presenza di militari in uniforme e saranno ripetuti in vari giorni per alcune settimane, rispondendo anche le lamentele di alcuni autisti di autobus che in via Macello hanno segnalato gravi difficoltà nella gestione dei numerosi passeggeri che spesso ostruiscono pericolosamente la sede stradale, per cercare di salire a bordo dei mezzi velocemente”.