ISSR – SESSIONE DI ESAMI DI LAUREA

Mercoledì 9 novembre presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Crema-Cremona-Lodi, si è svolta la sessione autunnale degli esami di Laurea. Quattro gli studenti che hanno conseguito la laurea magistrale a conclusione del ciclo quinquennale previsto dal piano di studio. Nella breve storia dell'Istituto, che ha iniziato la sua attività nel settembre 2007 con sede nella nostra città presso gli ambienti della Fondazione Manziana, salgono a 21 le lauree magistrali che concludono il curriculum di studio, mentre 69 sono i diplomati con laurea triennale, che frequentano il biennio di specializzazione in vista di ottenere la laurea magistrale nei prossimi anni.
La commissione di esami, presieduta dal direttore professor don Pier Luigi Ferrari e dal commissario della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale, professor don Giovanni Rota, contava sulla presenza dei cinque docenti ordinari e di altri docenti dell'Issr di Crema Cremona-Lodi che hanno svolto i ruoli di relatori e controrelatori delle tesi.
Di seguito l'elenco dei candidati, con i titoli delle tesi e i nomi dei relatori.
. Manuela Crotti, di Crema. Tesi: “L'acqua simbolo di vita: l'etica dei beni comuni nel dialogo tra tradizione islamica ed ebraico-cristiana”. Relatrore il professor don Bruno Bignami, di Cremona. Controrelatore il professor don Mario Aldighieri, di Cremona.
. Marco Cassinotti, di Offanengo. Tesi: “La forma alta ed esigente. La politica per un nuovo umanesimo”. Relatrice la professoressa Gaia De Vecchi, di Milano. Controrelatore il professor don Emanuele Campagnoli, di Lodi.
. Mattia Cozzini, di Treviglio. Tesi: “L'uomo e il lavoro nella società dell'efficienza”. Relatrice la professoressa Gaia de Vecchi, di Milano. Controrelatore il professor don Cesare Pagazzi, di Lodi.
. Silvia D'Adda, di Treviglio. Tesi: “Media education e Irc. Religione cattolica nella Scuola dell'infanzia: verso una competenza mediale”. Relatore il professor Michele Aglieri, di Milano. Controrelatore il professor don Antonio Facchinetti, di Cremona.