RIVOLTA D'ADDA – INSEGUIMENTO E ARRESTO

Nel pomeriggio di ieri, martedì 8 novembre, i Carabinieri della Stazione di Rivolta d'Adda, al termine di un inseguimento. hanno arrestato un cittadino marocchino per possesso di droga a fini di spaccio nonché resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale.
Tutto ha avuto inizio alle 15 lungo la provinciale 90. I Carabinieri stavano svolgendo un servizio di controllo quando all'Alt imposto a una utilitaria i militari hanno ricevuto in risposta una fuga a tutta velocità del mezzo. Prendeva così avvio un inseguimento che si concludeva in un vicolo cieco di Rivolta. “Raggiunto dai due Carabinieri – spiega il capitano dei Cc Giancarlo Carraro – apriva improvvisamente la portiera colpendo a un ginocchio uno dei militari, procurandogli una ferita che lo costringerà poi a mettere dei punti di sutura presso l'Ospedale di Crema e una prognosi di 10 giorni di guarigione. Il malfattore ha infine tentato un'ultima fuga a piedi ma, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato dai due militari”.
A bordo dell'auto i militari hanno rinvenuto due barattoli di yogurt all'interno dei quali erano raccolte 30 dosi di cocaina, oltre a 755 euro considerati frutto dello spaccio (sequestrati). T.H. 20 enne, nullafacente, irregolare, domiciliato a Canonica d'Adda è stato per questo dichiarato in stato di arresto e al termine delle formalità di rito, su disposizione del PM della Procura della Repubblica, è stato rinchiuso nella camera di sicurezza del Comando Compagnia dei Cc di Crema e condotto davanti al giudice per la convalida dell'arresto. È quindi finito in carcere in attesa del processo che verrà celebrato mercoledì 16.