SMART PARKING – IL TAR SBLOCCA

Nel mese di luglio la giunta comunale aveva deliberato la costituzione in giudizio contro il ricorso promosso dalla società Kapsch Trafficcom Srl, seconda classificata nella gara per la gestione della sosta a pagamento, per l'annullamento del provvedimento di aggiudicazione del servizio alla società Gestopark.
L'azienda austriaca aveva fatto ricorso contro la decisione del Comune di Crema di riammettere in gara Gestpoark Srl, che non era riuscita a presentare la propria offerta entro la scadenza prevista a causa di un mal funzionamento della piattaforma informatica. Verificata la possibilità legale di riaprire i termini di partecipazione l'azienda era stata accolta nell'ottica della buona concorrenza, non limitando la scelta all'unica offerta pervenuta appunta dalla Kapsch Trafficcom.
In seguito alle valutazioni tecniche l'appalto era stato assegnato a Gestopark, che nel corso dei mesi estivi ha iniziato la propria attività, installando i parchimetri. Il ricorso al Tar da parte dell'azienda austriaca ha però bloccato gli investimenti dell'affidataria, che ha preferito attendere il giudizio definitivo del tribunale regionale.
La sentenza di ieri conferma la validità della riammissione di Gestopark Srl alla gara di appalto e la successiva assegnazione del servizio.
“Da questo momento l'azienda assegnataria a pieno titolo avrà la possibilità di portare a termine gli investimenti previsti per completare la modernizzazione del servizio”, afferma il sindaco Stefania Bonaldi. “Tra questi anche l'attivazione della 'sosta gentile', che prevede la possibilità di parcheggiare gratuitamente i veicoli per i primi dieci minuti.”
“Finalmente si aprono le prospettive affinché il nuovo soggetto assegnatario possa affrontare gli investimenti previsti dal capitolato d'appalto”, ribadisce a sua volta anche l'assessore alla viabilità Fabio Bergamaschi. “Entro la prossima primavera – aggiunge – sarà attivata anche l'applicazione per smartphone, che grazie all'inserimento della targa al momento dell'acquisto permetterà di controllare da remoto ed eventualmente prolungare la sosta a pagamento della propria vettura. Sarà un sistema di pagamento più equo, che metterà il cittadino in grado di non prendere contravvenzioni in caso di ritardo.”
(Nella foto di repertorio: l'assessore Fabio Bergamaschi e il sindaco Stefania Bonaldi)