RILANCIO EX “STALLONI”

“Domani compiremo un altro importante passo avanti nel percorso che porterà alla riqualificazione degli ex Stalloni. I tecnici di Infrastrutture Lombarde presenteranno, in commissione Ambiente e Territorio del Comune di Crema, la variante urbanistica al Piano del Governo del territorio necessaria alla stesura del progetto di recupero dello stabile e all'Accordo di Programma tra Regione Lombardia, Comune di Crema e Agenzia di Tutela della Salute (ex ASL) che sarà alla base degli interventi.”
Lo annuncia Carlo Malvezzi, consigliere regionale di Lombardia Popolare.
“L'ex centro ippico di Crema – sottolinea – rappresenta un patrimonio di grande valore architettonico e culturale per la città e per il territorio lombardo, ma da troppo tempo è inutilizzato. Regione Lombardia, che ne è proprietaria, intende restituirlo ai cittadini dotandolo di funzioni nuove.”
Complessivamente il progetto di riqualificazione, curato da Infrastrutture Lombarde Spa, prevede sei novità: “Innanzitutto – spiega il consigliere regionale – due degli edifici storici dell'intero complesso (nella foto contrassegnati dal n. 10)diventeranno la nuova sede del presidio di Crema della ATS, oggi decentrato su più sedi e in locazione privata. Ne deriverà un risparmio d'affitto e una agevolazione per i cittadini”.
La riqualificazione della sede del Cre-Centro Ricreativo Equestre (n. 3 e 4) è l'altro intervento previsto, “un soggetto che da anni svolge un'attività meritoria per i ragazzi e diversamente abili e che sempre abbiamo voluto tutelare”.
Malvezzi spiega poi che “altri locali dell'edificio (n. 8 e n. 9) saranno messi a disposizione dell'attività delle associazioni locali”, mentre altri ancora (edificio n. 6) “adibiti a spazio espositivo per finimenti e carrozze, già oggi presenti nel comparto, per assicurare una adeguata testimonianza di quanto è avvenuto in passato”.
Novità assoluta è che “il comparto non sarà più chiuso come in passato ma si aprirà alla città con nuovi spazi verdi e nuove piazze, diventando parte integrante del centro storico di Crema”. Infine, con tempi che saranno valutati dagli operatori, “si porterà all'interno degli Stalloni il mercato cittadino, che troverà così una cornice più consona e armonica”.
Malvezzi precisa che “Regione Lombardia sta svolgendo un ruolo da regista non solo dal punto di vista tecnico e progettuale ma anche finanziario: ai 2,5 milioni di euro già stanziati dalla Giunta, si aggiungerà il ricavato dell'alienazione di un edificio di Toscolano Maderno e di due edifici del comparto degli stessi Stalloni (n. 2 e n. 5)”.
“Realisticamente, verso la fine del 2017 potremo vedere le prime attuazioni del progetto. Il mio auspicio – conclude il consigliere Malvezzi – è che il comune di Crema si renda disponibile a una forte collaborazione, anche considerato lo straordinario impegno tecnico e finanziario della Regione.”