OTTIMA AMATRICIANA DELLA SOLIDARIETÀ

Grande partecipazione alla “Amatriciana solidale” organizzata dal Comune di Crema in piazza Garibaldi dalle 11 di stamane fino a “esaurimento scorte”! L'obiettivo era quello di raccogliere fondi per le popolazioni terremotate, tra cui quelle della città di Amatrice da cui deriva appunto la celeberrima pastasciutta.
L'evento s'è svolto in collaborazione con le “Tavole cremasche”. Oltre ai fusilli all'amatriciana (gli spaghetti sarebbero stati di difficile gestione), era possibile acquistare – per un importo fisso di ? 5 al pezzo – una porzione di Salva con le tighe e un dolce (tra cui la bertolina e la “mattonella del duomo”).
Come si diceva, molte le persone che hanno risposto all'appello, tra cui il sindaco Stefania Bonaldi, in fila anch'ella per un “pranzo solidale”.
Tutto il ricavato è stato devoluto alle popolazioni terremotate.