MADIGNANO – MIGRANTI, CALDA SERATA

Serata calda quella di ieri a Madignano. Argomento di discussione l'arrivo dei migranti ospiti di un'abitazione di via Colombo. Tema che ha indotto l'amministrazione comunale a organizzare un'assemblea pubblica, molto partecipata, e la trasmissione televisiva di Rete4 'Dalla vostra parte' a tornare in paese.
Mentre Davide Loreti sul campo e Maurizio Belpietro in studio davano voce, sui canali della rete Mediaset, ad alcuni cittadini che respingendo ogni possibile accusa di razzismo chiedono solo che la situazione torni alla normalità nei numeri e nella gestione dell'accoglienza sul territorio, al primo piano della palazzina comunale di piazza Portici, in Sala delle Capriate, il sindaco Guido Ongaro rendicontava i cittadini su quanto accaduto nell'ultimo mese e mezzo. Al suo fianco i colleghi di Capergnanica (Alex Severgnini) e Ripalta Arpina (Marco Ginelli) che condividono la stessa situazione: arrivi numerosi di stranieri in unità immobiliari a volte troppo piccole.
Ed è proprio su questo punto che si sono concentrati gli interventi dei sindaci e anche di buona parte del folto uditorio. Il concetto espresso a più voci è semplice: bene all'accoglienza, ma che sia diffusa su tutto il territorio evitando concentrazioni come quelle viste in passato a Chieve e oggi a Madignano. Ma c'è di più, a non andar giù ai sindaci e al paese è la modalità di gestione di questa seconda ondata di emergenza (dopo la prima del settembre 2015 che vide un accordo Prefettura-Comuni-Caritas scaduto a marzo); il modello d'accoglienza in vigore non ci sta bene, e lo straordinario non deve diventare normalità, è stato ribadito. Con chiaro riferimento alla palazzina di via Colombo e ai rilievi di Ats, Ongaro ha fatto presente come siano troppi i ragazzi ospitati in quell'immobile, in una situazione difficile soprattutto per loro.
Ongaro ha garantito che chiederà un incontro alla Prefettura e che è disposto anche ad agire perché venga ripristinata una situazione di normalità.
Leggi l'articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo di sabato 17 settembre