CREMA-SPESA CON BADGE CONTRAFFATTI

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel pomeriggio di ieri 31 agosto, hanno tratto in arresto uno straniero per clonazione di carte di credito, resistenza a P.U. e tentata truffa. L'uomo ha cercato di acquistare un costoso smartphone esibendo i badge contraffatti.
“Verso le ore 15 di ieri – racconta il capitano Giancarlo Carraro – giungeva alla nostra centrale operativa una richiesta di intervento da parte del personale addetto alla sicurezza dell'Ipercoop di Crema che segnalava la presenza di un cliente sospetto che stava acquistando un apparecchio telefonico molto costoso utilizzando delle carte di credito straniere (iphone 6S del valore di 1600 euro). Sul posto veniva inviato personale in abiti civili, per non creare confusione all'interno della struttura commerciale. Nel frattempo il cliente, con una scusa, veniva fatto accomodare al banco informazioni. Appena i militari si sono qualificati, però, A.F.G. 36 enne cittadino nigeriano, disoccupato, domiciliato a Piadena, richiedente asilo politico, ha capito di essere stato scoperto e tentava una reazione spingendo a terra uno degli investigatori pensando di poter scappare facilmente. Tuttavia poco distante era presente anche una pattuglia dei carabinieri dell'Aliquota Radiomobile che intervenivano e bloccavano a terra il malintenzionato”.
Accompagnato in caserma per gli accertamenti di rito, i militari scoprivano che i documenti in suo possesso erano stati utilizzati presso l'Ipercoop di Crema già pochi giorni prima per effettuare acquisti di alimentari e vestiario.
A.F.G., è stato trovato in possesso di diversa valuta estera ed è stato dichiarato in stato di arresto poiché le carte di credito e la patente di guida in suo possesso risultavano clonate ai danni di un cittadino australiano; l'arresto è scattato anche per resistenza a Pubblico Ufficiale e su disposizione del Pubblico Ministero della Procura di Cremona è stato tradotto in carcere.