LA GMG 2019 A PANAMA!

“La Provvidenza di Dio sempre ci precede. Pensate che ha già deciso quale sarà la prossima tappa di questo grande pellegrinaggio iniziato nel 1985 da san Giovanni Paolo II! E perciò vi annuncio con gioia che la prossima Giornata mondiale della gioventù – dopo le due a livello diocesano – sarà nel 2019 a Panama. Invito i vescovi del Panama ad avvicinarsi per una benedizione”. Con queste parole il Papa ha dato l'annuncio del prossimo appuntamento mondiale con i giovani. “Un immenso grazie va a voi, cari giovani!”, ha esclamato prima di recitare l'Angelus dal Campus Misericordiae con i giovani presenti (oltre 1 milione e mezzo): “Avete riempito Cracovia con l'entusiasmo contagioso della vostra fede. San Giovanni Paolo II ha gioito dal Cielo, e vi aiuterà a portare dappertutto la gioia del Vangelo. In questi giorni abbiamo sperimentato la bellezza della fraternità universale in Cristo, centro e speranza della nostra vita. Abbiamo ascoltato la sua voce, la voce del Buon Pastore, vivo in mezzo a noi. Egli ha parlato al cuore di ciascuno di voi: vi ha rinnovati con il suo amore, vi ha fatto sentire la luce del suo perdono, la forza della sua grazia. Vi ha fatto sperimentare la realtà della preghiera. È stata una 'ossigenazione' spirituale perché possiate vivere e camminare nella misericordia una volta ritornati ai vostri Paesi e alle vostre comunità”.
“Qui accanto all'altare c'è l'immagine della Vergine Maria venerata da san Giovanni Paolo II nel Santuario di Calvaria”, ha ricordato il Papa: “Lei, la nostra Madre, ci insegna in che modo l'esperienza vissuta qui in Polonia può essere feconda; ci dice di fare come lei: non disperdere il dono ricevuto, ma custodirlo nel cuore, perché germogli e porti frutto, con l'azione dello Spirito Santo. In questo modo ognuno di voi, con i suoi limiti e le sue fragilità, potrà essere testimone di Cristo là dove vive, in famiglia, in parrocchia, nelle associazioni e nei gruppi, negli ambienti di studio, di lavoro, di servizio, di svago, dovunque la Provvidenza vi guiderà nel vostro cammino”.
Sarà Panama, capitale dell'omonimo paese, a ospitare la prossima edizione internazionale della Giornata mondiale della gioventù. Papa Francesco ha dato oggi l'annuncio, al termine della messa finale della Gmg di Cracovia, suscitando l'entusiasmo dei giovani panamensi presenti al Campus Misericordiae. La delegazione ufficiale panamense è composta da 500 giovani e accompagnata dall'arcivescovo monsignor José Domingo Ulloa Mendieta, dal cardinale José Luis Lacunza, vescovo di David, e dal vescovo di Colón-Kuna Yala, monsignor Manuel Ochogavía. Tuttavia il totale dei giovani del Paese dovrebbe essere di circa un migliaio. “Sorprendente, una grande benedizione per il nostro Paese che ha una età media molto giovane. Una benedizione non solo per il nostro piccolo Paese (meno di 4 milioni di abitanti, 85% dei quali cattolici), ma per tutto il Centro America e per i cattolici”, dice padre Josè, un missionario americano che lavora a Panama. Con lui un piccolo gruppo di giovani appartenenti ad una delle sette tribù indigene presenti nella società panamense che mostrano con orgoglio il vessillo nazionale. “Il nostro Paese – aggiunge – ha molto da offrire sul piano della diversità culturale e ambientale. Può dare ulteriore spinta alla missione della Chiesa, alla società pressata da un crescente individualismo e dai tipici problemi di ogni società in crescita, corruzione, sanità, sfruttamento delle risorse”.
La voce su Panama come sede della prossima Gmg del 2019 era già filtrata nelle settimane scorse e in questi giorni la presenza in Polonia del presidente di Panama, Juan Carlos Varela Rodriguez, aveva avvalorato le voci. Il capo di Stato centroamericano ha incontrato il suo omologo polacco Andrzej Duda. I due hanno discusso di cooperazione economica, della situazione politica in Centro America e siglato un protocollo d'intesa per la cooperazione turistica e per un meccanismo di consultazione politica tra i rispettivi ministri degli Esteri. Si tratta del primo incontro ad alto livello tra le istituzioni dei due Paesi. Tra le decisioni assunte dal presidente polacco anche quella di riaprire, nel 2017, l'ambasciata polacca a Panama, chiusa pochi anni fa. Il presidente panamense ha ringraziato Duda per aver organizzato la Gmg, una esperienza definita da Varela Rodriguez, che alcune fonti danno vicino all'Opus Dei, “importante per lui e per sua moglie”. Non più tardi di un mese fa la presidenza della Repubblica di Panama, aveva diramato un testo in cui si affermava che “per Panama e per il Centro America sarebbe una grande benedizione essere scelti come sede della Giornata mondiale della gioventù del 2019. Questo evento porta gli stessi messaggi di pace, rispetto e convivenza del nostro popolo. Panama ha le porte aperte per ricevere le migliaia di giovani che arriveranno nel nostro paese nel caso che il Vaticano così lo decida”. Ora che l'annuncio è arrivato comincia il lungo iter dell'organizzazione. Panama da piccola periferia universale si appresta a ospitare il più grande raduno mondiale di giovani.