CREMA-RAPINÒ MARKET, DEFERITO

Dopo quasi due mesi di indagini, la Squadra Investigativa del Commissariato di Crema ha dato un nome ad uno dei due rapinatori che, il 10 maggio scorso, hanno perpetrato un furto ai danni di un supermercato, poi tramutatosi in rapina a causa della reazione violenta di uno dei due. Il denunciato, un nordafricano di 33 anni, già noto alle forze dell'ordine perché sospettato di aver compiuto numerosi reati di varia natura, aveva peraltro già tentato un furto ai danni del medesimo market il 6 maggio, senza riuscirvi grazie al pronto intervento dell'addetto alla sicurezza del negozio.
“Il 10 maggio – spiega il vicequestore Daniel Segre – l'uomo era tornato nello stesso esercizio commerciale con un complice, ancora da identificare, che aveva iniziato ad occultare merce sulla propria persona. Riconosciuto dall'addetto alla sicurezza come l'autore del tentato furto, l'uomo è stato accompagnato all'uscita, mentre il complice si dirigeva verso le casse; fermato anch'esso per un controllo, e vistosi scoperto, quest'ultimo abbandonava parte della merce trafugata e, spintonando l'addetto alla sicurezza, riusciva a guadagnare l'uscita portando con sé diversi prodotti custoditi in una borsa. Ricongiuntosi con il complice era poi riuscito a far perdere le proprie tracce prima dell'arrivo della pattuglia della Polizia di Stato”.
Al termine di un grande e scrupoloso lavoro la Polizia ha “attribuito un'identità certa al ladro seriale, che nell'ultimo episodio aveva il compito di distrarre il vigilante, ed è ora alla ricerca di ulteriori indizi per individuare anche il complice”.