CAPERGNANICA – ”VOX ORGANI”

Il M° Simone Della Torre, terrà venerdì 24 presso la chiesa di Capergnanica,un concerto per organo. Si tratta di un appuntamento all'interno della rassegna interprovinciale “Vox organi”, che valorizza gli strumenti di prestigio del territorio lombardo. A Capergnanica c'è un prezioso strumento olandese, costruito dalla ditta Fama & Radgever. Non si tratterà di un semplice concerto, bensì di un percorso tra musica e testi poetici di Eliot e Rilke, con la lettura dell'attrice Simonetta Favari.
Il filo conduttore sarà il tema del tempo, l'eterno divenire e la ricerca di senso da parte dell'uomo, che approda ad una dimensione spirituale. Ingresso libero. In programma brani di Bach, Pucell, Fischer, Correa de Arauxo e Bohm.

Simone Della Torre, nato a Crema, si è diplomato in Organo e Composizione organistica sotto la guida di Maurizio Ricci e in clavicembalo con Edoardo Bellotti. Si è perfezionato in organo e clavicembalo con Lorenzo Ghielmi ed ha frequentato diversi corsi di perfezionamento, seguendo per diversi anni i Corsi internazionali estivi sulla musica antica spagnola a Santiago de Compostela, sotto la guida di Montserrat Torrent-Serra. Nel 1998 ha ivi conseguito il Premio “Rosa Sabater”. Interessato sia alla didattica che allo studio dei rapporti tra la musica e le arti visive, ha conseguito la laurea in Architettura. Organista all'organo Inzoli dei F.lli Bonizzi della chiesa di S. Carlo in Crema, è insegnante di organo e composizione organistica presso la Scuola Musicale “C. Monteverdi” di Crema e svolge attività concertistica, partecipando a qualificate rassegne in Italia e all'estero. In collaborazione con l'Associazione Musicale “Musica sempre” collabora al progetto “In organo pleno”, che ha l'obiettivo di approfondire il repertorio e lo strumento organo da un punto di vista multidisciplinare, nonché di aprire nuovi orizzonti nell'ambito della didattica musicale. Ha effettuato alcune incisioni su organi storici lombardi e ha curato la pubblicazione di un volume sulla storia e il restauro dell'organo Serassi – Inzoli di San Benedetto a Crema. Interessato al repertorio organistico contemporaneo, ha eseguito diversi brani in prima esecuzione assoluta.

Simonetta Favari, milanese, attrice, autrice, regista ed operatrice culturale, si occupa di teatro. Formatasi alla scuola dell'Arsenale di Milano, diretta da Marina Spreafico e Kuniaki Ida, in seguito frequenta laboratori per attore. Ha all'attivo diversi spettacoli, sia come attrice che come regista, collaborando con artisti come Maurizio Scaparro, JerÔme Savary, Els Comediants, Sandro Tranchina, Alfio Scuderi, Marco Baliani. Nel 1994 fonda a Milano l'Associazione Culturale Eclat per la quale si occupa della promozione di spettacoli scritti ed interpretati da donne. Dal 1995 al 1998, recita per alcune compagnie di teatro di ricerca. Nel 1997 scrive e interpreta per il teatro “Il Pane dell'Acqua, storia di un'anoressia”, monologo in forma di confessione con il quale debutta nel marzo 1998 per la regia di E. Cecchi. Nel 2001 è co-autrice dello spettacolo di teatro comico “Zia” di e con Marina Senesi. Dal 2001 al 2012 lavora come responsabile casting e redattore capo per alcuni programmi televisivi. Scrive poesie, alcune pubblicate (per merito) sull'antologia poetica Versificando – Giulio Perrone Ed. 2005. È presente, con le sue poesie, nella performance con il fisarmonicista Alex Di Maio. E' co-autrice con Leonardo Tomasetta del romanzo IL LIMITE DI HAYFLICK pubblicato nel 2005 dalla Robin Ed. del Vascello di Roma. E' regista dello spettacolo teatrale LA VACANZA di Marina Senesi e Sabrina Giannini, tratto da Nient'altro che la Verità (Report Rai 3) sull'assassinio della giornalista Ilaria Alpi e l'operatore Miran Hrovatin, lavoro prodotto da Irma Spettacoli e che debutta il 7 giugno 2007 al “Premio di giornalismo Ilaria Alpi” a Riccione. Distribuito in tutta Italia, lo spettacolo vince il Premio Anacapri 2007. Dallo stesso spettacolo viene realizzato un film dalla Rai,Commissione Pari Opportunità, presentato nella Rassegna di Cinema Internazionale Femminile allo spazio Oberdan a Milano, nel marzo 201. Nel 2011 e nel 2013 collabora con il Laboratorio di Scrittura di Peschiera Borromeo (Milano), realizzando due spettacoli teatrali e, nel 2014, collabora artisticamente al progetto dello spettacolo teatrale “Doppio Taglio”, scelto dalla Commissione Pari Opportunità Rai per rappresentare la “Giornata contro la violenza sulle Donne”, spettacolo che debutta a novembre a Milano, al Teatro Franco Parenti, interpretato da Marina Senesi con la regia di Lucia Vasini. Alla fine del 2015, dopo un felice incontro con la scrittrice Beatrice Masini, ispirandosi al testo Corale Greca, Simonetta Favari insieme con l'attrice palermitana Virginia Alba, progetta e adatta per il teatro lo spettacolo “Le Randagie”, sul tema Donne e Mito del mondo greco. Attualmente in lavorazione, lo spettacolo debutterà nel 2017.