STELVIO – MOTORADUNO

In programma, il 18-19 giugno prossimi, al Passo dello Stelvio, il “2° Dainese Day by Fondazione Marco Simoncelli 58”: moto raduno organizzato da Banca Popolare di Sondrio, Pirovano Stelvio – meglio conosciuta quale Università dello sci, dello snowboard e della montagna – D/Store Como Dainese e Fondazione Marco Simoncelli 58.
L'iniziativa prenderà il via da Cermenate, sede del D/Store Como Dainese, in via Montesordo 27, dove alle ore 14 verrà inaugurato il “Punto Fondazione Marco Simoncelli 58” alla presenza di Paolo e Rossella Simoncelli e di Paolo Beltramo, noto giornalista sportivo.
Dopo il via ufficiale del moto raduno i motociclisti si ritroveranno allo Stelvio, presso l'albergo Quarto Pirovano, dove, alle ore 18, Paolo Simoncelli e Paolo Beltramo faranno una chiacchierata con i centauri presenti anche per informarli circa l'attività della fondazione dedicata all'indimenticabile SIC.
Dopo la cena tipica “dei tre versanti” – incontro fra i sapori valtellinesi, altoatesini e svizzeri – la serata si concluderà in discoteca con il gruppo musicale Doctor Wood, che scalderà i motori dell'amicizia.
Domenica 19 giugno, dalle ore 8, a tutti i motociclisti che valicheranno il Passo dello  Stelvio verrà consegnato, all'interno dell'albergo Quarto Pirovano, il diploma di partecipazione al particolare moto raduno; alle ore 12, sempre all'interno della stessa struttura alberghiera ubicata al Passo dello Stelvio, si inaugurerà il “Punto Fondazione Marco Simoncelli 58” più alto d'Europa, alla presenza dei genitori del SIC.
Il “pranzo del Centauro”, preparato dallo chef dell'albergo Quarto Pirovano, allieterà i palati dei motociclisti presenti che, dopo un tour in libertà volto a scoprire le bellezze del comprensorio dello Stelvio, sicuramente avranno piacere di degustare le prelibatezze del territorio.
Nel pomeriggio avranno luogo le premiazioni del motociclista più longevo, di quello più giovane, del centauro che proviene da più lontano, della motocicletta più datata e di alcuni motorbikers scelti dalla “Dea Bendata”, tutto nel segno della solidarietà e dell'amicizia.