RIPALTA CREMASCA – LAVORI IN VIA ROMA

Lavori in corso su via Roma, la trafficata – e pericolosa – strada che taglia in due l'abitato. Il progetto di messa in sicurezza è stato presentato nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale: il progetto ha un costo, già ribassato, di 220.000 euro. L'intervento terminerà entro l'inizio del nuovo anno scolastico.
Il Comune di Ripalta Cremasca interviene dunque su via Roma, il tratto di strada provinciale che taglia in due l'abitato e che, da anni e anni, è al centro di polemiche ed è fonte di pesanti disagi e pericoli. Ora, c'è un nuovo progetto per la messa in sicurezza di tale strada: è stato presentato la scorsa settimana nel salone dell'oratorio, alla presenza di una quarantina di cittadini – soprattutto residenti lungo la via – che non hanno lesinato critiche, proposte e suggerimenti. All'incontro sono intervenuti il sindaco Aries Bonazza con la Giunta al completo (assente, è stato notato da molti, il vicesindaco e assessore, tra l'altro, alla viabilità…), consiglieri di maggioranza e opposizione, il tecnico comunale Gigi Meanti e il progettista ingegner Adriano Nichetti.
“A questo nuovo progetto – ha esordito il sindaco – siamo arrivati al termine di un lavoro di valutazione lungo e molto pesante, per il quale ringrazio tutti i collaboratori, i tecnici e la Commissione Viabilità. Ogni altra ipotesi (percorsi alternativi, tangenziale…) è stata scartata perché non possibile: il progetto scelto ha ricevuto l'okay della Provincia che, ricordo, è 'proprietaria' di via Roma e pertanto ha l'ultima e insindacabile parola su quello che si può e quello che non si può fare. Ad esempio, la Provincia non autorizza dossi e semafori”. Su via Roma – per la quale si pagano oggi scelte non fatte in passato – qualcosa va comunque fatta: lungo questo asse viario che attraversa Ripalta, infatti, passano ogni giorno circa 7.500 automobili, a una velocità media di 79 chilometri orari!
Il progetto è stato illustrato in tandem dal sindaco Bonazza e dall'ingegner Nichetti. La priorità, è stato sottolineato, è la sicurezza dei pedoni lungo tutta l'asta: pertanto, saranno rimodulati i passaggi pedonali che, su indicazione della Provincia, scenderanno dagli attuali quattordici a sette. Gli attraversamenti verranno collocati: nei pressi delle scuole, dove ci sarà anche un “portale” segnaletico illuminato, quindi prima di via 24 Maggio, nei pressi di piazza Dante, alla chiesa parrocchiale, più o meno dove c'è il barbiere, nella zona dell'innesto con via Pombioli (punto criticissimo) e via Fiume Serio, prima del cimitero. Agli ingressi del paese – sia venendo da Crema sia da Montodine – ci saranno anche appositi segnali e delle isole pedonali a goccia: dovrebbero rallentare il traffico.
Inoltre, lungo il tratto compreso tra la stazione di carburante e il cimitero saranno sistemati tutti i marciapiedi, così come verrà collocato un idoneo arredo urbano. Pure la segnaletica avrà un suo ruolo preciso: il tutto, per far capire a chi transita che via Roma è in centro abitato. E, in ogni caso, vige quanto prescrive il Codice della Strada: purtroppo, poco rispettato…
Il progetto prevede poi la posa di due dissuasori arancio (agli ingressi) presso i quali potranno essere collocati gli autovelox: a “spot”, quindi, multe in arrivo. La Polizia Locale (il Comune ha sottoscritto una convenzione con Offanengo) sarà presente una volta la settimana per vigilare e multare, anche i camion che non rispettano il divieto di passaggio.
Basterà questo progetto? “La sicurezza non è garantita al 100% – ha osservato l'ingegner Nichetti – ma è un buon risultato, considerate le restrizioni e le indicazioni della Provincia”.
Il costo totale dell'opera, già ribassato, è di 220.000 euro, di cui 50.000 giunti da un Bando regionale. I lavori sono ora partiti per finire prima dell'inizio dell'anno scolastico.