CREMA – ROMANZI IN CITTA'

Mercoledì 8 giugno 2016, presso la sala Pietro da Cemmo, nel Museo Civico di Crema, si è conclusa la prima edizione di Romanzi in città, progetto dell'I.I.S. Racchetti Da Vinci patrocinato dal Comune di Crema. L'evento conclusivo, intitolato A suon di pagina, è stato un appuntamento pubblico, aperto alla cittadinanza, che ha visto anche la collaborazione della Scuola di Musica Claudio Monteverdi di Crema. Una serata che ha sapientemente mescolato letture da romanzi a cura degli attori Martina Biancardi, Chiara Ciofetti, Franco Mengozzi e Davide Zemiti e esibizioni musicali delle band del Racchetti Da Vinci e della Scuola di Musica Claudio Monteverdi di Crema con la partecipazione dei famosi jazzisti Fabrizio Trullu e Gianni Satta.
Alla presenza di un folto pubblico, del dirigente scolastico, professor Celestino Cremonesi, del sindaco, dottoressa Stefania Bonaldi e della dottoressa Maria Teresa Bonizzi, direttrice della Scuola di Musica Claudio Monteverdi di Crema, la serata si è aperta alle 20:30 con le esibizioni degli alunni frequentanti il laboratorio di musica d'insieme del liceo Racchetti Da Vinci curato dal professor Gini. Dopo il loro contributo, ha avuto inizio l'ultimo appuntamento della prima edizione di Romanzi in città: sulle note di Summertime, sapientemente modulate dai maestri Fabrizio Trullu (piano) e Gianni Satta (tromba), il pubblico è stato trasportato nella magia di una serata sospesa tra le parole e le note. La lettura dei passi dei romanzi selezionati dagli studenti si è alternata a brani musicali citati o evocati in essi oppure accostati in modo originale per creare nuove suggestioni. Interessanti e pieni di passione i giovani che si sono succeduti sul palco (band rock, duetti del polo liceale cremasco, e poi la band della Scuola Monteverdi) in una mescolanza di generi musicali affascinanti e evocativi, anche con contrasti inediti (Bramhs seguito dai Deep Purple sulle parole di un racconto di Buzzati, ad esempio): il rock, musica classica, lo swing fino a una emozionante rivisitazione jazz di Puccini curata magistralmente dal duo Trullu-Satta.
Con questo evento si chiude la prima edizione del progetto Romanzi in città. 28 classi del polo liceale cremasco coinvolte (liceo classico, linguistico, scientifico e delle scienze umane); 28 lettori “speciali” appartenenti alle più diverse categorie professionali (docenti universitari, imprenditori, avvocati, medici, giornalisti, musicisti, architetti, mamme, sportivi professionisti, teologi, scrittori); 28 romanzi; 2 serate a tema (una culinaria A portata di pagina, l'altra musicale A suon di pagina); un evento off in collaborazione con la Libreria Mondadori (la Serata in giallo del 29 aprile con gli scrittori Giulio Massobrio e Giampiero del Corno moderati da Franco Gallo); importanti sponsor radicati nel territorio cremasco: questi i numeri della prima edizione di Romanzi in città, progetto dell'istituto Racchetti – Da Vinci che si è proposto di appassionare alla lettura gli studenti, i loro genitori e l'intera città. Ma non solo: tra gli obiettivi anche quello di far diventare l'istituto un polo culturale in grado di collaborare con il territorio e le istituzioni presenti. E la serata di ieri è stata proprio un esempio di questo felice scambio: l'appoggio del Comune (per ora semplicemente logistico, in attesa delle succose novità previste per l'autunno con la seconda edizione di Romanzi in città), la collaborazione con la Scuola di Musica Claudio Monteverdi di Crema, una realtà che anima con passione e vivacità il panorama musicale cremasco da oltre un ventennio. In particolare si sono scelte le band della scuola, proprio per raggiungere i giovani, protagonisti e destinatari privilegiati del progetto: del resto la Scuola di Musica Claudio Monteverdi di Crema presta da sempre una particolare attenzione a tutti i generi della musica moderna, dal rock al jazz, dal pop al soul, al rhythm and blues etc. e incoraggia l'esperienza – altamente formativa a livello artistico – delle band, avvalendosi della direzione di Fabrizio Trullu , pianista, jazzista, compositore e docente della Scuola. Importante anche il coinvolgimento di giovani e talentuosi attori (in qualche modo legati a Crema e al suo liceo), che hanno letto tra le note i passi di alcuni romanzi: Martina Biancardi, Chiara Ciofetti, Franco Mengozzi e Davide Zemiti.
Da ringraziare gli sponsor esterni alla scuola che hanno generosamente contribuito a finanziare il progetto e, in particolare, le due serate finali: l'Associazione Popolare per il Territorio, il Rotary San Marco Crema, le Officine Aiolfi, l'Associazione V.O.G., Punto Pubblicità e l'Erbolario di Crema.
Il professor Celestino Cremonesi, dirigente dell'I.I.S. “Racchetti – Da Vinci”, ha dichiarato: «Quest'ultima serata ha chiuso un'esperienza che è andata oltre alle nostre aspettative: i ragazzi, i docenti, le famiglie, la città hanno risposto con entusiasmo alla proposta di Romanzi in città, arricchendola lungo il cammino, condividendo la passione per la lettura e il desiderio di partecipare attivamente alla vita culturale del nostro territorio. Si chiude con stasera la prima edizione, ma ci sono già buone idee e, soprattutto, grandi appuntamenti per la seconda! Nell'attesa, non ci resta che leggere!»