CREMA – DUPLICE ARRESTO PER DROGA

Due egiziani 30enni, nullafacenti, sono stati arrestati dai Carabinieri per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Droga indirizzata al mercato cremasco, e soprattutto ai giovani. Il fermo è avvenuto ieri dopo alcune settimane di attività investigativa.
Grazie ad alcune confidenze ricevute i militari dell'Arma della Compagnia di Crema, guidati dal capitano Giancarlo Carraro, avevano appreso che alcuni stranieri facevano la spola in treno tra Crema e Milano per rifornirsi di droga da smerciare in città e nel territorio. Una circostanza da verificare che ha indotto il Comando a procedere con una specifica attività investigativa.
Ieri la decisione di entrare in azione allorquando, verso le 15, i Cc hanno notato scendere dal treno proveniente da Treviglio “due egiziani che con fare guardingo si sono diretti verso la vicina rastrelliera delle biciclette – spiega il capitano – per poi allontanarsi verso Ombriano. Gli investigatori decidevano di procedere al loro controllo reputando che potessero occultare dello stupefacente. Carabinieri in uniforme hanno tagliato la strada ai due che, vistisi scoperti, hanno cercato di scappare a piedi gettando a terra le biciclette, venendo però subito bloccati da un'altra pattuglia. Addosso, i due egiziani, poco più che 30enni, disoccupati, avevano 5 panetti di hashish del peso complessivo di 500 grammi (sequestrato) nonché 150 euro considerati frutto dell'attività illecita. Alla luce del rinvenimento della droga i due egiziani sono stati dichiarati in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di droga e su disposizione del PM della Procura di Cremona, ristretti in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo che avverrà nella mattinata odierna”.
Negli ultimi mesi sono stati diversi i sequestri ingenti di droga, trovata spesso in possesso di stranieri nullafacenti, sintomo che la richiesta è aumentata ed in particolare di hashish destinata ai giovani cremaschi. La lotta al contrasto del fenomeno, tuttavia, non si attenua, impiegando anche i reparti speciali dell'Arma.