CREMA – DROGA, GIOVANE IN MANETTE

Al fine di contrastare efficacemente il traffico di sostanze stupefacenti che spesso coinvolge i giovani è stato predisposto nella serata di ieri, giovedì 21, un servizio straordinario di controllo del territorio da parte dei Carabinieri nell'ambito del quale è stato arrestato un 23enne per detenzione di droga a fini di spaccio.
Con l'impiego di diverse pattuglie del comando compagnia di Crema dell'Arma e la collaborazione dei reparti speciali, quali quelli cinofili, dal tardo pomeriggio e sino a notte fonda, diversi locali di Crema sono stati controllati. “Tale importante attività di contrasto – spiega il capitano della compagnia cremasca Giancarlo Carraro – ha permesso di ottenere un risultato di tutto rilievo, tant'è che in un locale di San Bernardino il cane Grinder (Macinino) un labrador anti-droga ha segnalato al suo conduttore la presenza di due avventori che cercavano dapprima di allontanarsi dal posto, e poi, simulando paura di essere morsi dall'animale, chiedevano che fosse allontanato. Il conduttore, tuttavia, notando l'atteggiamento deciso del cane capiva, come peraltro era già successo in altre circostanze che in realtà il labrador aveva fiutato la presenza di droga occultata sui vestiti dei due ragazzi e quindi chiedeva l'intervento del personale della stazione di Crema che accompagnava in sede i due soggetti”.
In caserma i due sono stati controllati. Dalla perquisizione personale sono sbucati, in possesso di uno dei due, diversi ovuli termosaldati di hashish nonché un grammo di marjuana e la somma di 120 euro (considerata provento di attività illecita). Il secondo giovane è stato invece trovato in possesso solo di uno spinello, e di 6 grammi di marijuana trovati presso il domiclio. Perquisizione a casa che ha creato ulteriori guai al primo dei due fermati nella cui dimora i Cc hanno rinvenuto un bilancino di precisione e altri 30 grammi di marijuana.
S.G. 23 enne, celibe, nullafacente (trovato in possesso nel complesso di 130 gr di hashish e 30 di marjuana) è statopertanto dichiarato in stato di arresto e su disposizione del PM della Procura di Cremona rinchiuso in camera di sicurezza in attesa di processo. L'altro giovane è stato invece segnalato alla Prefettura di Cremona quale assuntore.