CREMA SI RIPRENDE IL VELODROMO

Un pezzo di storia che torna nelle mani cittadini cremaschi: questa mattina firmata a Milano, presso gli uffici del Demanio, la convenzione per riottenere il velodromo cittadino.
S'è così completato il lungo e impegnativo iter compiuto dall'amministrazione Bonaldi che dal 2012, appena insediata, ha iniziato immediatamente a cercare la soluzione all'annoso problema.
L'impianto, sottoposto a vincoli dalla Soprintendenza, come tutti ricordano, si trovava allora chiuso e di fatto restituito alla CONI Servizi.
In una prima fase la Giunta, attraverso il consigliere incaricato allo sport Walter Della Frera, ha iniziato un serrato confronto con i responsabili del Coni, allora interessati solo a vendere la struttura.
Il lavoro del Comune è proseguito nel tentativo di arrivare a una soluzione diversa quando, grazie all'allora neo presidente del Coni Malagò e al neo amministratore delegato della Coni Servizi Alberto Miglietta, le proposte del Comune sono state valutate con una diversa consapevolezza.
Sono state così valutate dapprima l'ipotesi di permuta del velodromo con altri beni immobili di proprietà comunale; dopodiché, quando questa soluzione era sembrata quasi a portata di mano, il bene è stato trasferito da Coni Servizi al Demanio.
Le successive interlocuzioni serrate con il quale hanno condotto alla stipula di un contratto di comodato, che prevede – come anticipato sul nostro giornale la scorsa settimana – la messa a disposizione gratuita del Comune di Crema, per sei anni, dell'impianto da parte del Demanio.
A seguito di lavori di adeguamento il bene potrebbe poi essere trasferito al Comune in toto. Un successo per la città e per il mondo sportivo del territorio.
“Ringrazio Walter della Frera – commenta il sindaco Stefania Bonaldi – che non ha mai smesso di lavorare insieme a noi al progetto, che prima di tutto restituisce alla collettività cremasca un'infrastruttura importante e legata alla storia della nostra città. Sono davvero orgogliosa di questo ottimo rapporto che si è costruito con il presidente del Coni Malagò e con l'amministratore delegato della Coni Servizi Alberto Miglietta, preziosissimi tecnici che con disponibilità e sforzi concreti ci hanno permesso di arrivare a una soluzione per il nostro velodromo. Il trasferimento della struttura al Demanio è stata la chiave di volta per riuscire a tornare nella disponibilità del bene e ci si è arrivati con il loro indispensabile supporto.”
“Crema Città Europea dello Sport – ribadisce il consigliere Della Frera – non è solo grandi eventi e lavoro sinergico con le realtà locali per valorizzare al meglio il nostro territorio e la nostra identità, ma anche costruzione e consolidamento di importanti relazioni con il mondo dello Sport oltre che risoluzione di problemi concreti, soprattutto di restituzione alla comunità dei propri impianti e delle proprie tradizioni.”​