IL “SABATO DI CREMANUOVA”

Il “sabato di Cremanuova” porta in piazza Fulcheria “arti e mestieri”. In una giornata dedicata ai giovani e al loro futuro, dove l'incontro con le professioni non avviene tra le aule ma tra le gente. A fianco delle stesse vetrine che, completato il ciclo di studi, ospiteranno i ragazzi diventati imprenditori.
“Formiamo ragazzi che lavoreranno o saranno titolari di aziende artigiane e del terziario”, spiega la dottoressa Anna Acerbi, direttrice di CrForma. “Questa giornata speciale di 'scuola aperta' riafferma e rafforza il nostro legame con la città, traduce una partecipazione attiva anche della nostra realtà. È questo il senso più profondo della nostra partecipazione all'evento.”
Ci saranno, quasi a rappresentare l'offerta formativa del centro di via Cesari, apprendisti acconciatori, truccatori, meccanici, elettricisti, tappezzieri, falegnami e maestri organari (in un omaggio alla identità cremasca).
“Corsi ai quali, dal prossimo anno, si aggiungeranno quelli dedicati ai temi della ristorazione e per chi vuole lavorare in un pubblico esercizio”, continua la direttrice Acerbi.
“Mai come in questa occasione credo che il 'Sabato di Cremanuova' sia ricco di contenuti e di motivi di interesse”, conferma il vicepresidente provinciale di Confcommercio e delegato al cremasco Graziano Bossi. “L'evento si rivolge a tutti i ragazzi delle scuole medie e alle loro famiglie, proprio perché rappresenta un momento di orientamento su una scelta, quella del percorso scolastico, che è forse la più importante cui sono chiamati gli adolescenti. Proponiamo, grazie al CrForma, una occasione di incontro informale con una realtà territoriale bella e importante.”
Accanto alla realtà didattica il “Sabato di Cremanuova” offre tanti motivi di interesse, quelli più tradizionali dell'appuntamento mensile di piazza Fulcheria. Così, nell'anno in cui Crema è Città europea dello Sport, “Roller power” offrirà una dimostrazione di “pattinaggio”. Non manca l'esibizione della scuola “D” Danza Us Acli Madignano, con le coreografie di Chiara Riboli. O, ancora, il gruppo “Progetto Crema” organizzerà, nel pomeriggio, tanti giochi da tavolo, quasi a sottolineare come la “festa” sia innanzitutto una occasione di incontro.
Dedicato al divertimento dei più piccoli l'”area bimbi” con i gonfiabili e tante leccornie da gustare. La buona tavola e i sapori, da sempre, sono cifra caratterizzante, dell'evento. Ma anche in questo caso ogni mese si varia il “menù”. E quello preparato per il prossimo sabato è un omaggio alla primavera e alla Spagna. Con i piatti della tradizione valenciana, accanto ad uno “street food” più italiano.
Non manca spazio per una merenda in compagnia, tra dolce e salato.
“Il 'Sabato di Cremanuova' è un invito a considerare l'identità plurale della nostra città, con le vie dello shopping ma anche con le piazze che sono al centro dei quartieri”, conclude Bossi. “Anche per questo auspico una significativa partecipazione.”