GIRO D'ITALIA HANDBIKE

Ieri è stata senza dubbio una delle giornate di massimo splendore per Crema Città Europea dello Sport 2016.
In concomitanza con la “Giornata Ecologica” indetta dal Comune di Crema, che ha consentito l'accesso alle vie del centro solamente a pedoni e ciclisti, si è tenuta la prima tappa del Giro d'Italia Handbike e Paracycling Italian Tour.
L'evento ha richiamato un numeroso pubblico: non solo addetti ai lavori e passanti incuriositi, ma anche molti spettatori accorsi dal Cremasco e zone limitrofe per assistere a un grande spettacolo.
Grande la soddisfazione di Andrea Leoni, patron della manifestazione, e Walter Ferrari, presidente del Giro d'Italia HandBike, giunto alla 7a edizione: la macchina organizzativa capitanata dalla responsabile Maria Lorena d'Adda ha funzionato a meraviglia, prima, durante e dopo l'evento.
La tappa cremasca ha ottenuto infatti numeri da record: i 125 atleti iscritti rappresentano il massimo numero di partecipanti finora registrato, superando anche le cifre della tappa milanese di Expo 2015, che aveva fatto segnare 105 corridori.
I giovani ciclisti delle società U.C. Cremasca, Team Serio e U.C. Madignanese hanno aperto la pista colorando piazza Duomo con palloncini rosa e una presenza festosa e calorosa.
Poco dopo il percorso cittadino ha visto gli atleti partire da piazza Duomo e correre per 30 chilometri complessivi a una velocità media di circa 35 km/h, sfrecciando sul circuito pianeggiante della lunghezza di 3,1 chilometri. Sorpassi e inseguimenti, ribaltamenti e incidenti, regolarità, accelerazioni e massima velocità: lo sport dei disabili è sport vero e, in quanto tale, spettacolo puro!
Alle ore 12.30 gli atleti si sono quindi dati appuntamento presso il Centro giovanile “San Luigi”, per pranzare insieme, mentre nel pomeriggio si sono svolte le premiazioni.
È stata una giornata di promozione dello sport paralimpico, ma anche di vera competizione: gli atleti hanno corso al massimo del proprio potenziale per arrivare alla vittoria.
Di seguito i migliori piazzamenti del Giro d'Italia Handbike che, essendo la prima tappa della competizione, sono valsi anche la maglia rosa, ognuna per le categorie di disabilità.
Claudio Totisco Conforti è stato il vincitore assoluto della tappa, chiudendo la gara in 47 minuti, 43 secondi e 248 centesimi.
Tra le donne si sono registrati i successi di Luisa Pasini (Categoria WH1), Roberta Amadeo (presidente dell'Aism e trionfatrice nella Cat. WH2,), Rita Cuccuru (WH3) e Romina Modena (WH4).
Tra gli uomini hanno brillato Fabrizio Corneglian (Categoria H1), Omar Rizzato (H2), Claudio Conforti (H3), Cristian Giagnoni (H4) e Fabrizio Bove (H5).
La Maglia Bianca del Miglior Giovane è andata a Matteo Duranti, mentre la Maglia Nera (assegnata all'ultimo classificato che taglia il traguardo senza ritirarsi) è andata a Giannino Piazza.
I vincitori assoluti del Paracycling Italian Tour, che comprende tutte le altre categorie del paraciclismo (Tandem, Tricicli, Bici), sono stati: Angelo Zanotti-Luca Calzaferri per la categoria MB, Ilaria Meloni-Patrizia Spadacini per la categoria donne WB.
Le altre maglie rosa sono andate a Giancarlo Masini nella categoria MC1, Carlo Carlo per MC2, Sebastiano Signorino per MC3, Davide Borgna per MC4, Marco Cottarelli per MC5, Leonardo Melle per MT1, Livio Ragino per la categoria MT2.
Alle premiazioni del pomeriggio ha partecipato Vera Atyushkina, modella e madrina della manifestazione; assente giustificato il testimonial Paolo Ruffini, che aveva già in precedenza comunicato concomitanti impegni lavorativi.
Miss Maglia Rosa è stata affiancata dalle bellezze cremasche e blogger Marta Della Frera e Giulia Di Landro, che hanno rappresentato degnamente Miss Maglia Nera e Miss Maglia Bianca in sostituzione delle modelle Chiara Bordi e Francesca Cristoforo, senza aver nulla da invidiare alle colleghe assenti.

LE PROSSIME TAPPE GIHB e PIT
Buona la prima per la 7a edizione del Giro d'Italia Handbike che tra una settimana si trasferirà a Castellanza (VA). Seguiranno le tappe di Imola (8 maggio), Cesano Maderno (26 giugno), Fossano (9 luglio), Rivarolo Canavese (16 luglio) e Baia Domizia, dove il 18 settembre saranno proclamati i vincitori della kermesse.
Per quanto riguarda il Paracycling Italian Tour, dopo la tappa cremasca, si correranno altre due gare (in concomitanza con il Giro d'Italia Handbike) a Imola (8 maggio) e a Baia Domizia (il 18 settembre).