NUOVA VIABILITÀ IN VIA PIACENZA

L'assessore a Mobilità, Viabilità e Lavori pubblici Fabio Bergamaschi, accogliendo le segnalazioni di diversi cittadini – fatte anche alla Polizia Locale – ha messo mano al tratto di via Piacenza tra il rondò di via Libero Comune e l'imbocco di via Mons. Stefano Zuvadelli, con l'intento di migliorare la sicurezza di tutti gli utenti della strada.
La realizzazione del dosso e l'installazione del rilevatore elettronico di velocità, un paio di anni fa, sottolinea, ha ridotto ma non eliminato le criticità, determinate dal massiccio transito – a piedi o in bici – di studenti frequentanti i due istituti scolastici superiori “Sraffa” e “Munari” e dalla sosta a filo carreggiata dei clienti di un'attività commerciale, che per reimmettersi in strada sono costretti a invadere la corsia, con pericolo per sé e per i veicoli in accesso da sud alla città.
La soluzione studiata dagli uffici prevede la formazione di percorsi pedonali protetti, spiega l'assessore, introducendo il senso unico di marcia in direzione Ripalta Cremasca per il tratto di via Piacenza tra le laterali vie Cavalleri e Zuvadelli, che consentirà anche di ampliare la dotazione di stalli di sosta sul lato est.
I veicoli in ingresso alla città provenienti da sud saranno obbligati a svoltare a destra imboccando via Zuvadelli per rientrare sulla via Piacenza da via Cavalleri – che saranno entrambe a unico senso di marcia – una cinquantina di metri prima della rotatoria.
“L'eterna sfida – commenta l'assessore Bergamaschi – è quella di trovare un contemperamento tra esigenze, tutte di per sé legittime e bisognose di tutela. E nel caso di specie credo si tratti di una sfida ampiamente vinta, grazie a un buonsenso che ha trovato riconoscimento in tutti i tavoli di confronto avviati con i portatori di interesse, incluse le associazioni di categoria coinvolte.”
“Non mancheranno ulteriori occasioni, se ve ne sarà richiesta – assicura – per approfondire la questione. Userò il massimo rispetto per chi lavora, offre opportunità professionali e produce valore per il territorio, come sempre cerco di fare.”