GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA

La Giornata mondiale dell'Acqua per la nostra provincia si è aperta l'altra mattina presso palazzo Cittanova, dove Padania Acque ha voluto concludere il progetto TVB – “Ti voglio bere” – di educazione ambientale promosso in collaborazione con gli istituti scolastici della Provincia.
Nella circostanza è stata presentata la nuova mascotte di Padania Acque: “Glu glu”, un rubinetto di metallo un po' monello e amico degli sportivi, delle famiglie e di tutti coloro che si riconoscono nella semplicità e nella bellezza del gesto di aprire il rubinetto di casa e di bere un bel bicchiere di acqua fresca, sana e pura. Paladino della natura e dei comportamenti virtuosi del cittadino, custode e difensore della buona acqua di casa contro l'invasione e delle bottiglie di plastica.
La mattinata ha visto protagonisti i 4.373 alunni giovani studenti delle 230 classi coinvolte dal percorso didattico TVB. I quali, accompagnati da “Glu glu” – con il supporto di cinque ballerine del Teatro Danza di Cremona e della loro direttrice artistica Paola Posa, che ha ricoperto le speciali vesti di conduttrice – hanno potuto conoscere la nuova mascotte e insieme a lei cantare la canzone inedita “Glu glu, l'amico rubinetto” appositamente scritta, composta e arrangiata dall'artista Federico Fattinger.
Il momento dedicato alle scuole è poi proseguito con i saluti istituzionali del vicesindaco Maura Ruggeri, del presidente di Padania Acque Claudio Bodini, dell'assessore all'Ambiente del Comune di Cremona Alessia Manfredini e del coordinatore del progetto Piero Lombardi.
Nel presentare i risultati di TVB-Ti Voglio bere gli studenti hanno posto una serie di domande al presidente Bodini e all'Amministratore Lanfranchi sul servizio idrico della nostra Provincia.
Gli intervenuti hanno commentato e illustrato il percorso didattico e la campagna di educazione ambientale che Padania Acque ha promosso in collaborazione con gli istituti scolastici che hanno aderito all'iniziativa. In particolare, ci si è soffermati sugli aspetti ambientali che sono maggiormente correlati al ciclo dell'acqua e al suo consumo responsabile. Si è insistito sulla natura della risorsa idrica, bene comune e primario, patrimonio da rispettare e valorizzare. Il punto di partenza di questo percorso è molto semplice: è sufficiente bere la buona acqua delle nostre case.
Prima della conclusione col canto è intervenuto il sindaco Gianluca Galimberti, che ha voluto ricordare le vittime degli attentati di Bruxelles: “non dobbiamo avere paura, dobbiamo essere comunità e nella comunità, vivere per il bene comune, quindi volersi bene”. Il sindaco ha invitato i bambini a rispettare un minuto di silenzio e in sala c'è stato un sentito momento di raccoglimento.
Alle ore 11 la manifestazione si è chiusa con il grande coro al Cittanova e in contemporanea a Crema, Dovera e Spino d'Adda, dove i ragazzi si sono riuniti nelle sale comunali dei rispettivi comuni.