PANDINO – S. GIUSEPPE, CHE FIERA!

Oltre le più rosee aspettative grazie anche alla bella giornata di sole. La fiera di San Giuseppe, ricca anche di appuntamenti culturali e di momenti all'insegna della spensieratezza, ha fatto registrare il tutto esaurito ed è stata archiviata dagli organizzatori col sorriso sulle labbra.
Tanti gli eventi. I bambini hanno organizzato la mostra dedicata ai dieci anni del Piedibus, ringraziando così quanti permettono loro di raggiungere la scuola elementare a piedi. I giovani hanno organizzato una mostra di arte di strada. Gli appassionati di fotografia hanno esposto gli scorci più interessanti del borgo, i modellisti hanno messo in bella mostra pezzi unici e rari: l'esposizione è stata dedicata alla prima guerra mondiale. Gli stand delle associazioni del paese e quelli degli hobbisti hanno trovato posto tra le via Castello ed Umberto I, così come le bancarelle degli ambulanti, soddisfatti al fischio di chiusura per l'apprezzamento dei 'turisti'. A proposito: il trenino che li ha portati anche alle frazioni Gradella e Nosadello, accompagnati da guide preparate ed attente, coordinate da Ivana Stringhi, è stato preso in grande considerazione.
Come previsto, le tre sale affrescate al primo piano del maniero (sono state recuperate dall'associazione culturale 'Marius' guidata da Cristiana Sala) per ospitare le opere grafiche, gli studi e le macchine di 'Marius' Stroppa, hanno regalato nelle diverse ore delle giornate dell'evento un gran bel colpo d'occhio.
Molto applaudita domenica pomeriggio in castello, l'esibizione delle ballerine delle scuole di danza locale, così come al mattino hanno riscosso calorosi consensi la banda, le majorettes e le dame viscontee, tutte realtà locali, in campo per l'inaugurazione dell'evento, molto partecipato anche lunedì quando il sindaco Maria Luise Polig ha rimarcato che “è stata una splendida fiera grazie al meteo particolarmente favorevole ed al grande lavoro di tutti coloro che hanno contribuito all'organizzazione, a partire dalle associazioni locali”. Come di consueto il luna park ha fatto affari anche stavolta; in paese con qualche giorno di anticipo è rimasto anche in settimana.
Tra le proposte della fiera di San Giuseppe anche la mostra fotografica Passeggiando per Pandino – Paesaggi e scorci di Pandino, Gradella e Nosadello. Al primo posto si è classificato Stefano De Mari.
Nell'ambito della kermesse, anche il concorso nazionale 'Caseoart' organizzato splendidamente da 'Asso Casearia Pandino', l'Associazione dei diplomati della scuola casearia di Pandino e celebrato sabato e domenica nell'incantevole cornice del castello visconteo; ha primeggiato il Veneto. Arriva da questa regione il formaggio proclamato come il “migliore tra i migliori”: si tratta del 'Piave Dop Vecchio Selezione Oro', realizzato da Dimitri Biasuz del caseificio Lattebusche di Busche.
Leggi l'articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo di sabato 26 marzo 2016