CREMA – TRUFFA DELLO SPECCHIETTO, PRESI

Questa mattina, una cremasca che stava percorrendo con la propria auto la via Boldori, ha sentito un forte colpo e ha notato che si era rotto lo specchietto della propria macchina; ha quindi accostato la vettura ed è scesa per constatare i danni e cercare di comprendere l'accaduto.
Nel frattempo è stata avvicinata da un'auto scura, con a bordo un uomo ed un ragazzo, che le dicevano che aveva fatto una danno alla loro auto e la invitavano a seguirla; constatando però che i due la stavano conducendo in una zona isolata, temendo di essere vittima di un raggiro, la donna ha chiamato il “113” fornendo la descrizione della macchina e si è diretta verso casa propria.
Nel giro di pochi attimi la macchina è stata intercettata e fermata dalla volante in via Caponnetto; già il primo controllo effettuato dagli uomini della Polizia di Stato ha permesso di appurare che i due occupanti della vettura, un'Alfa Romeo 156 di colore nero, risultavano avere a loro carico numerosissimi precedenti proprio per truffe e danneggiamenti.
I due sono stati quindi condotti in Commissariato, dove la donna che stava sporgendo la querela per il danneggiamento ed il tentativo di truffa, li ha riconosciuti inequivocabilmente come i responsabili di quanto successo poco prima.
Dopo i rilievi di rito, i due, un quarantacinquenne ed un ventiduenne italiani e residenti in Sicilia, con numerosi precedenti penali e di polizia commessi in tutta Italia, sono stati denunciati in stato di libertà per tentata truffa e danneggiamento e muniti di foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Cremona, con divieto di tornare nel nostro comune per i prossimi tre anni.