COMUNE-REGIONE – TORNARE A DIALOGARE

Capigruppo consiliari convocati dal sindaco, nel tardo pomeriggio di venerdì, insieme ai tre consiglieri regionali del territorio, per valutare le possibilità di un dialogo “politico” con Regione Lombardia in merito alla vicenda del milione di euro – a suo tempo erogato alla Fondazione Charis per la realizzazione della scuola all'ex cascina Valcarenga, mai completata – la cui restituzione ora viene chiesta al Comune di Crema.
All'incontro hanno partecipato, per la maggioranza Gianluca Giossi del Pd, Emanule Coti Zelati di Sel, Camillo Sartori di Rc e Matteo Gramignoli di Patto civico; mentre per le minoranze Simone Beretta di FI, Laura Zanibelli di Ndc, Alessandro Boldi del M5s, e Felice Tosoni in sostituzione del consigliere Alberto Torazzi èer la Lega.
Riepilogato il quadro della situazione, ai tre consiglieri regionali Agostino Alloni (Pd), Federico Lena (Lega) e Carlo Malvezzi (Ncd) sono stati consegnati l'elenco dei finanziamenti regionali la cui erogazione al Comune di Crema è stata sino a oggi bloccata – per un complessivo di 340 mila euro – e l'ultima delibera assunta dal consiglio comunale alla unanimità dei presenti, con la quale viene respinta la proposta di rateizzazione del milione di euro, avanzata dalla Regione.
“Il confronto con i consiglieri regionali, ai quali i capigruppo hanno chiesto un comune e condiviso impegno per riaprire una interlocuzione “politica” con il presidente Maroni e con la commissione regionale bilancio è stato sereno e proficuo”, si sottolinea – invero con una formula tanto scontata da risultare un po' ridicola – nella nota inviata alla stampa al termine dell'incontro, tenutosi a porte chiuse, chissà poi per quali ragioni. E alla faccia del Comune casa di vetro!
Scontato l'impegno ribadito dai tre consiglieri regionali, che si sono riservati di fare conoscere nelle prossime settimane l'esito del proprio interessamento presso la Regione.