BAGNOLO CREMASCO – GIORNO DELLA MEMORIA

Denso di significati e molto emozionante lo spettacolo commemorativo che si è svolto al cineteatro di Bagnolo Cremasco in occasione del Giorno della Memoria, proprio nella data esatta della ricorrenza, mercoledì 27 gennaio. I ragazzi dell'Istituto Comprensivo bagnolese, il Rita Levi Montalcini, hanno assistito alla rappresentazione teatrale “Mal di casa”, che prende spunto dall'omonimo saggio di Christoph U. Schmink-Gustavus, pubblicato nel 1994 dalla casa editrice Bollati-Boringhieri.
Il libro racconta, attraverso gli atti processuali e le interviste ai testimoni, la vicenda di Walerjan Wróbel, un ragazzino di sedici anni deportato, imprigionato e assassinato dai nazisti per l'unica colpa di aver provato nostalgia di casa.
La dirigente scolastica Paola Orini ha introdotto l'importante giornata commemorativa, ringraziando il parroco don Mario Pavesi e il curato don Stefano Savoia per la disponibilità del teatro, che ha consentito a tanti ragazzi di vivere un'esperienza interessante dal punto di vista culturale e umano e di fare memoria (anche in classe) di quel triste periodo storico. Ha citato poi un'iniziativa della provincia di Cremona destinata alle scuole superiori dal titolo “Il futuro ha una memoria”, sottolineando che non si può costruire il futuro senza conoscere il nostro passato. “Occorre – ha continuato la dirigente – fare memoria di eventi tragici perché non si ripetano, nel nome della condivisione e fratellanza”. La proposta teatrale ha dato l'opportunità a tutti i ragazzi di presenziare a uno spettacolo che si è confermato davvero molto coinvolgente dal punto di vista emotivo. Gli studenti sono stati rapiti dalla bravura dell'attore Dario Sansalone, che è riuscito a catturare la loro attenzione con un monologo d'eccezione.